Promuovere maggiormente le nuove leve nelle scuole universitarie

Qualificazione Attività professionali, scientifiche e tecniche CH
Una giovane docente durante una lezione all’Università di Losanna
Promozione delle giovani leve in ambito scientifico (fonte: Università di Losanna)

La promozione di nuove leve scientifiche altamente qualificate è di grande importanza per la forza innovativa e la competitività della Svizzera. I giovani ricercatori di talento devono avere il prima possibile l’occasione di candidarsi a posizioni che garantiscono l’indipendenza scientifica e l’assunzione di responsabilità. La Confederazione sostiene le scuole universitarie nell’adeguamento dei loro specifici percorsi di carriera in funzione delle nuove leve accademiche.

Grazie alla loro posizione internazionale di grande rilievo, le scuole universitarie svizzere e le loro nuove leve scientifiche contribuiscono in modo determinante alla competitività dell’economia e della società svizzere a livello internazionale. Le scuole universitarie desiderano offrire ai loro nuovi ricercatori di maggior talento prospettive di carriera più trasparenti e pianificabili. In questo modo la carriera accademica tornerà a essere più allettante anche per le nuove leve nazionali. In considerazione della diversità dei profili delle università da un lato e delle scuole universitarie professionali dall’altro, le sfide emergenti presentano caratteristiche diverse a seconda del tipo di scuola universitaria.

Università

Le università hanno in programma di adattare i loro specifici percorsi di carriera in funzione delle nuove leve accademiche. In particolare, devono essere create nuove posizioni di professori assistenti con «tenure track» (con buone possibilità di essere assunti a tempo indeterminato) che permettano ai giovani ricercatori di svolgere la loro attività in modo indipendente già nelle prime fasi del loro percorso e di pianificare la loro carriera nel lungo termine. In questo modo si ottiene anche che la selezione avvenga prima nel percorso accademico e che il personale meglio qualificato sia a disposizione dell’economia privata o dell’amministrazione in un momento in cui è ancora sufficientemente flessibile da impegnarsi proficuamente in altri settori lavorativi. La Confederazione sostiene le università in primo luogo con un aumento delle sovvenzioni di base. In secondo luogo la Confederazione contribuisce all’ulteriore sviluppo delle strutture di carriera tramite il Fondo nazionale svizzero che prevede il finanziamento delle posizioni di professori assistenti con «tenure track» con apposite borse di studio assegnate su base competitiva.

Scuole universitarie professionali

Con un profilo orientato alla pratica, le scuole universitarie professionali presuppongono che il loro personale scientifico acquisisca per lo più esperienza professionale al di fuori del sistema universitario. Il doppio radicamento nel mondo professionale e in quello accademico esige percorsi professionali autonomi e di conseguenza anche misure specifiche. Dal 2017 al 2020 la Confederazione sosterrà dunque le scuole universitarie professionali favorendo maggiormente le nuove leve sotto entrambi i profili di competenza (qualifiche professionali e scientifiche) mediante i sussidi subordinati a progetti previsti dalla LPSU. Devono essere sviluppati modelli di percorso specifici alle SUP.

Infine, nel periodo dal 2017 al 2020 sia le scuole universitarie professionali sia le università beneficeranno anche del sostegno che la Confederazione destina allo sviluppo del terzo ciclo (promozione) con sussidi subordinati a progetti. Uno di compiti delle scuole universitarie professionali e delle università sarà quello di collaborare per stabilire le formazioni dottorali e i relativi programmi che costituiscono l’oggetto del mandato di prestazione specifico delle scuole universitarie professionali.

Nel lungo termine la responsabilità è addossata alle università e ai relativi Cantoni che sono meglio in grado di valutare le esigenze che variano profondamente a seconda del settore, dell’università e del tipo di università. Alla Confederazione spetta un ruolo di sostegno che svolge corrispondendo i sussidi previsti dalla LPSU e mediante le sovvenzioni alla ricerca (FNS, CTI, programmi di ricerca UE).

Documenti

Wissenschaftlicher Nachwuchs an Schweizer Universitäten: Statistische Kennzahlen zu Arbeitsbedingungen und Karriereperspektiven (tedesco) (PDF, 1MB)

La relève scientifique dans les universités suisses: indicateurs statistiques concernant les conditions de travail et les perspectives de carrière (PDF, 1MB)

Promotori

Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI

La SEFRI nel Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca DEFR è il centro di competenza della Confederazione per le questioni nazionali e internazionali connesse alla politica in materia di formazione, ricerca e innovazione.

Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI
Einsteinstrasse 2
3003 Berna

swissuniversities

swissuniversities è la Conferenza svizzera delle rettrici e dei rettori delle scuole universitarie.

swissuniversities
Effingerstrasse 15
3001 Berna

Il Fondo Nazionale Svizzero FNS

Su mandato della Confederazione il FNS promuove la ricerca di base in tutte le discipline scientifiche.

Il Fondo Nazionale Svizzero FNS
Wildhainweg 3
3001 Berna

Informazioni complementari

Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI
058 462 29 78
raphael.karpf@sbfi.admin.ch